Visita Badolato in Calabria, suggestivo borgo medievale vicino al mare
  • Italiano
  • English
visit badolato calabria
holiday calabria visit badolato

Badolato

Sulla costa jonica calabrese, immerso in un inedito tesoro paesaggistico, c’è un piccolo centro medievale, dove l’incessante scorrere del tempo sembra aver dato spazio alla pace e al ristoro, dove l’ospitalità e la condivisione addolciscono le giornate che iniziano con un sorriso. C’è un piccolo centro dove si respirano ancora i profumi di una natura incontaminata, dove il sole scalda tiepido fino a novembre inoltrato e le millenarie tradizioni raccontano le storie dei popoli che si sono susseguiti.

Dove dormire

Dove mangiare

Servizi turistici

Un po’ di storia

Badolato è situato a 240 metri dal livello del mare ed è protetto da 2 valloni che decrescono armoniosamente verso la pianura costiera. Il paese si affaccia sul Mar Jonio calabrese e si divide in 2 parti: il borgo antico, che conserva quasi intatte le connotazioni medievali, rinvenibili in un dedalo di vicoli che si intrecciano tra le case costruite una adiacente all’altra, come quelle dei presepi, e la parte nuova “La Marina sul Mare”, a soli 5 km dal nucleo storico.

Le origini del borgo risalgono al 1080, anno in cui il Primo Duca di Calabria Roberto il Guiscardo la fondò. Inizialmente il centro ebbe una funzione prettamente difensiva, come testimoniano le antiche porte d’accesso, facenti parte della ormai distrutta cinta muraria, o i pochi resti della Torre Campanaria, adibita a luogo di avvistamento. Questa costruzione, detta anche Torre delle Ore a causa del campanile che scandiva lo scorrere del tempo, divide in 2 il paese: la parte sinistra è chiamata dai suoi abitanti “U Mancusu”, mentre la parte destra “U Destru”, è quella più esposta ai caldi raggi del sole. Il nome del comune, probabilmente deriva da Filippo di Badolato, un valoroso condottiero che discese dagli Angioini.

Nel 1640 e nel 1659 due terremoti arrecarono ingenti danni al borgo, che venne quasi completamente distrutto con quello del 1783, noto per aver messo in ginocchio numerosi paesi della costa jonica Calabrese. Non si trattò però purtroppo di episodi isolati: il terremoto del 1947 e l’alluvione del 1951 costrinsero le istituzioni locali e nazionali a costruire le prime abitazioni nella frazione Marina, oggi perfettamente inserita nello splendido scenario della Riviera Degli Angeli.

A spasso per il borgo

Il punto di partenza per l’esplorazione di Badolato è senza dubbio Piazza Castello, sede dell’antica fortezza distrutta e fulcro della socialità del paese con i suoi bar e i suoi bistrot. Qui si comprende come la vita dei badolatesi d’origine, ormai pochissimi, si sia dolcemente amalgamata a quella degli abitanti di altre parti del mondo, come i profughi curdi emigrati negli anni 90 per sfuggire a insostenibili situazioni, alcune decine di rifugiati politici e centinaia di cittadini del nord Europa che trascorrono qui alcuni mesi dell’anno. L’ospitalità e l’internazionalità sono le caratteristiche che meglio descrivono queste comunità, che hanno dato vita a bellissime iniziative, come l’apertura al pubblico delle cantine, i famosi catoj, piccole grotte in prossimità delle abitazioni originariamente adibite a dispense per le provviste alimentari e oggi destinate alla conservazione del vino. Addentrandosi tra i viottoli del borgo, si viene rapiti dai profumi della vegetazione più selvaggia che si alternano a quelli delle spezie che condiscono i piatti della cucina locale, legata all’antica cultura popolare religiosa, contadina e marinara. Dalle terrazze delle abitazioni si gode di panorami mozzafiato: a fare da sfondo il rigoglioso verde della collina che lascia spazio al profondo blu dello Jonio.

Badolato, da visitare tutto l’anno

Badolato, durante tutto il corso dell’anno, regala ai suoi visitatori la possibilità di conoscere a fondo la sua identità, attraverso gli eventi folkloristici, le attività legate all’agricoltura, le feste tradizionali e gli eventi mondani.

Durante l’Estate, le sue coste si popolano degli amanti del mare che possono scegliere di rilassarsi beneficiando dei servizi degli stabilimenti balneari, servendosi dei km della dorata spiaggia libera o praticando tanti sport acquatici, come il diving tra i relitti delle antiche navi, il kitesurf o la pesca sportiva. La spiaggia di Badolato, delimitata dal porticciolo e da un promontorio naturale, è costeggiata da un lungomare contornato dagli oleandri dove poter ambientare lunghe e rilassanti passeggiate.

Uno dei momenti più incantevoli dell’anno da vivere nel borgo è la Primavera, quando i fiori spiccano nel lussureggiante paesaggio naturalistico e le celebrazioni ancestrali della Settimana Santa e della Pasqua infondono tra le vie una magia singolare, che raggiunge il culmine con la Cumprunta, antico rito che ha luogo la domenica di Pasqua nella via principale e rappresenta il momento in cui Gesù risorto incontra la Madonna.

Durante l’autunno invece, la vendemmia e la raccolta delle olive sono le indiscusse protagoniste. Lo sanno bene i danesi e gli svedesi che percorrono migliaia di km per poter compiere, guidati dalla popolazione locale, le tradizionali attività rurali che danno vita a un ottimo vino e a un olio extravergine gustosissimo.

Anche l’inverno qui ha il suo perché: il clima mite favorisce piacevoli passeggiate tra le montagne alle spalle del borgo e, le celebrazioni natalizie dall’impronta locale, ma anche internazionale, sono la testimonianza di come la condivisione sia l’ingrediente base di una vacanza trascorsa in questo borgo calabrese autentico.

Tour e pacchetti

Naviga la mappa e scopri il nostro territorio

Badolato Badolato

Badolato, un suggestivo borgo dove la vita scorre lenta e le giornate sono fatte di piccoli gesti e grandi emozioni.

scopri di più
Monasterace Monasterace

In Calabria, diviso tra il mare e la collina, tra il blu intenso e le valli boscose, tra le origini magno-greche e quelle medievali, sorge Monasterace.

SCOPRI DI PIÙ
Santa Caterina Dello Ionio Santa Caterina dello Ionio

Santa Caterina dello Ionio, un prezioso scrigno che custodisce, tra la terra e l’acqua, inestimabili tesori del passato.

SCOPRI DI PIÙ
Guardavalle Guardavalle

Immerso nella natura e nella tradizione calabrese

scopri di più
San Floro San Floro

San Floro, un borgo di indole ospitale lungo la suggestiva Costa degli aranci dove ritrovare se stessi e il valore del tempo.

SCOPRI DI PIÙ
Stilo Stilo

Stilo, un antico borgo medievale che conserva intatti gli influssi di un passato ricco di arte e cultura

SCOPRI DI PIÙ
Sant'Andrea Apostolo Dello Ionio Sant'Andrea Apostolo dello Ionio

Lungo il versante ionico calabrese, tra il blu dello ionio e il verde della campagna, sorge un borgo dall’ospitalità calorosa, cibi genuini, tradizioni antiche e una cultura senza tempo

SCOPRI DI PIÙ
Top