Montepaone in Calabria meta europea del turismo balneare più giovane
  • Italiano
  • English

Montepaone

Montepaone è sinonimo di vacanza. Al mare naturalmente, grazie alle sue spiagge libere dorate e lunghe tra le più belle della costa jonica calabrese, protette dal Golfo di Squillace. In un borgo, dal fascino medievale, vivace e ricco di tradizioni e sapori. Da scoprire l’apprezzato artigianato locale e una gastronomia dolcissima che profuma di storia e  rimanda alle antiche incursioni saracene.

Servizi turistici

Un po’ di storia

Le origini di Montepaone si perdono nella storia insieme con la fondazione dell’antica Aurunco a metà strada tra l’attuale centro e Montepaone Lido sulle cui rovine sorse, secondo gli storici, l’odierna Montepaone. Non è dato sapere se la leggenda che vuole Aurunco fondata dagli aurunci laziali abbia delle basi ma sta di fatto che qui si affrontarono in una sanguinosa battaglia Annibale e le truppe romane, durante la seconda guerra punica come testimonia la cosiddetta Colonna d’Annibale ancora visibile a lato della Statale 106, l’arteria stradale che collega tutti i paesi della costa jonica calabrese.

Il nome Montepaone deriva dal latino “Mons Pavonis”, cioè Monte del Pavone, probabilmente perché un tempo in questa zona si allevavano questi variopinti uccelli.

Di Montepaone con il suo nome attuale si cominciò a parlare nel 1094, quando Ruggero il Normanno cedette alla Certosa di Serra San Bruno alcuni villaggi compreso quello di Aurunco. Alcuni sostengono che il nome derivi proprio dagli allevamenti di questi variopinti uccelli, al tempo presenti nella zona.

Con i Normanni il paese conobbe un periodo di discreta tranquillità e di crescita culturale grazie al fiorire degli scambi commerciali. Subì, come gli altri villaggi della zona, le temibili incursioni saracene e successivamente il suo territorio venne frazionato dai Francesi in baronie e feudi. Arrivarono ben due terremoti e poi nel 1875 sorse il primo nucleo della frazione Muscettola che solo intorno agli anni ‘70 del secolo scorso diventò la celebre destinazione balneare conosciuta a livello internazionale come Montepaone Lido.

A spasso per il borgo

Montepaone “e supa”, l’antico borgo medievale è arroccato sulle alture che proteggono il litorale. I suoi vicoli e le piazze, oggi come ieri, brulicano di vita e sono il luogo d’incontro preferito di residenti e turisti. In piazza Immacolata, principale luogo d’incontro di Montepaone Centro, si può ancora vedere l’Albero della Libertà, ossia il grande olmo che venne piantato nel 1799, insieme ad altri alberi, per celebrare la breve parentesi in cui Montepaone fece parte della Repubblica Partenopea. Merita di sicuro una visita il Palazzo Cesare Pirrò, risalente al XV secolo, sede del municipio. Un restauro recente ha riportato il palazzo all’antico splendore.

Nel borgo antico sorge anche la Chiesa di Maria S.S. Immacolata risalente al XVI secolo. L’edificio venne ricostruito dopo il terremoto del 1783 e conserva una tela del Seicento, raffigurante la Madonna del Rosario attribuita ad Ippolito Borghese.

Camminando per le viuzze strette non è raro vedere alcuni abili artigiani Montepaonesi mentre intrecciano i ramoscelli di vimini per creare il Crivu, il tipico cestino locale.

Non mancano inoltre a Montepaone sapienti mani che ricamano e lavorano al telaio. Passeggiando per il borgo sembra proprio di sentirlo il suono del telaio qui, tempo fa, si filavano il lino e la seta con i bachi allevati a livello locale

Montepaone tutto l’anno

La maggior parte dei turisti associa Montepaone con la sua frazione balneare di Montepaone lido. Qui chilometri di spiagge libere caratterizzate da sabbia dorata e acque cristalline accolgono ogni estate migliaia di visitatori. La movida di Montepaone, vicina a quella di Soverato e altrettanto vivace, anima la piccola frazione con feste e eventi.

Gli sportivi possono accedere a infinite opportunità di divertimento con corsi di vela e windsurf, gite in barca e tornei di beach volley. Dopo una giornata trascorsa sotto il sole  una gita in catamarano tra gli scogli fino alle piccole calette di quell’incanto che è la spiaggia di Caminia, svelano ai turisti la Calabria più bella estiva.

La prima domenica di agosto il borgo festeggia il santo patrono San Felice martire la cui statua lignea si conserva nella chiesa parrocchiale del paese e a seguire la settimana dopo festeggia san Francesco da Paola con un’altra importante festa.

Ma Montepaone offre esperienze singolari e affascinanti anche per i viaggiatori alla ricerca di esperienze lente e spirituali nei mesi meno afosi. Una di queste è certamente la Via dei Mulini, l’antica strada che, storicamente, collegava i territori di Montepaone, Montauro, Gasperina, Stalettì con la Grangia di Sant’Anna e col sistema dei mulini ad acqua posti a valle. Un tracciato lungo 568 metri che attraversa una campagna dolce e rigogliosa tra soleggiati uliveti.

A Natale è tradizione la preparazione della Cupeta, il tipico torrone di origine araba a base di sesamo, miele, farina e vino cotto. Il dolce di Montepaone per eccellenza è tutelato dalla fondazione Slow Food.

Naviga la mappa e scopri il nostro territorio

Badolato Badolato

Badolato, un suggestivo borgo dove la vita scorre lenta e le giornate sono fatte di piccoli gesti e grandi emozioni.

scopri di più
Monasterace Monasterace

In Calabria, diviso tra il mare e la collina, tra il blu intenso e le valli boscose, tra le origini magno-greche e quelle medievali, sorge Monasterace.

SCOPRI DI PIÙ
Santa Caterina dello Ionio Santa Caterina <br>dello Ionio

Santa Caterina dello Ionio, un prezioso scrigno che custodisce, tra la terra e l’acqua, inestimabili tesori del passato.

SCOPRI DI PIÙ
Guardavalle Guardavalle

Immerso nella natura e nella tradizione calabrese

scopri di più
San Floro San Floro

San Floro, un borgo di indole ospitale lungo la suggestiva Costa degli aranci dove ritrovare se stessi e il valore del tempo.

SCOPRI DI PIÙ
Stilo Stilo

Stilo, un antico borgo medievale che conserva intatti gli influssi di un passato ricco di arte e cultura

SCOPRI DI PIÙ
Sant'Andrea Apostolo Dello Ionio Sant'Andrea Apostolo dello Ionio

Lungo il versante ionico calabrese, tra il blu dello ionio e il verde della campagna, sorge un borgo dall’ospitalità calorosa, cibi genuini, tradizioni antiche e una cultura senza tempo

SCOPRI DI PIÙ
Soverato Soverato

Soverato, un borgo dal sapore di mare e il profumo di Magna Graecia, cinto da acque leggendarie e dolci colline tutte da esplorare

Scopri di più
Borgia Borgia

Lasciati incantare dalle maestose rovine dell’antica Scolacium in un paesaggio circondato da dolci uliveti affacciato su spiagge incontaminate

Scopri di più
Torre di Ruggiero Torre di Ruggiero

Un viaggio nel suggestivo borgo di Torre di Ruggiero per ritrovare la pace dei sensi immersi nella natura della Calabria autentica.

Scopri di più
Satriano Satriano

Satriano, la destinazione per chi ama passeggiate incantate tra boschi di roverella e misteriosi eremi, bagni di sole accecati dal bagliore delle acque blu dello Jonio e le sue spiagge bianche.

Scopri di più
Montepaone Montepaone

Lunghe spiagge dorate circondate dalla macchia Mediterranea e bagnate da acque cristalline, sovrastate da un borgo storico ricco di vita e antiche tradizioni.

Scopri di più
Top