Satriano, la tua vacanza in Calabria tra mare e montagna
  • Italiano
  • English

Satriano

Nella fascia pedemontana delle Serre si trova un borgo di tradizione antichissima protetto dal fiume Ancinale con incredibili affacci sul mare Jonio. Si tratta di Satriano, un paese che sa stupire tra i suoi vicoli, per la sua storia e per la varietà di offerte e punti di interesse culturali e naturali da vivere tutto l’anno.

Dove dormire

Dove mangiare

Un po’ di storia

Il centro storico di Satriano ha origini antiche e testimonianze preziose di tempi andati. Ancora oggi passeggiando per le tranquille strade di questo borgo collocato in una posizione felice nella fascia pedemontana delle Serre è possibile ammirare l’antica e maestosa chiesa Matrice e la statua di Sant’Agata sopravvissute al devastante terremoto del 1783.

In epoca medievale sembra che il Castello Turrito di Satriano fosse il più grande della Calabria. Purtroppo oggi di queste fortificazioni non c’è traccia ma non è difficile capire come questa felice posizione abbia protetto il borgo nei secoli, persino dalle famigerate invasioni barbaresche, protetta com’era dalle imponenti fortificazioni di cui oggi non vi è più traccia.

Ai tempi della Magna Grecia dove oggi sorge Satriano si trovava l’insediamento documentato con il nome di Cecino, l’antico nome del fiume Ancinale, allora in buona parte navigabile. In epoca bizantina il nome fu cambiato in Satriano e il borgo divenne un importante e prospero feudo dei Normanni Roberto Il Guiscardo e Ruggero d’Altavilla. Fu quest’ultimo a stabilire che la chiesa matrice già costruita dai bizantini prendesse il nome di Santa Maria d’Altavilla. Di quest’epoca sono alcuni dei suggestivi eremi che la tradizione vuole fondati proprio da San Bruno che si rifugiò con alcuni monaci basiliani tra i boschi di Satriano prima di spostarsi nelle Serre e fondare la famosa Certosa.

Durante il rinascimento è nota la presenza nel borgo di importanti artisti locali come Mattia Preti. Satriano era conosciuta per le sue importanti chiese affrescate e le opere architettoniche. Il già citato terremoto e le piene del fiume Ancinale segnarono il declino per il borgo che oggi accoglie i viaggiatori che amano la natura: che sia mare o montagna.

A spasso per il borgo

Tra i silenziosi vicoli pieni di fascino si scorge di tanto in tanto un segno che rimanda all’antico splendore del borgo. Nella piccola fontana Gattì all’ingresso del paese è stato collocato l’antico stemma della nobile casa Ravaschieri, uno dei tanti palazzi storici che sorgono tra le vie del centro, riconoscibili dai preziosi portali che recano stemmi cavallereschi. Camminando con il naso all’insù non perdetevi Palazzo Galataria e Palazzo Ranieri. Ma è l’imponente chiesa Matrice con il suo frontone in stile greco a impressionare maggiormente. Di grande rilievo storico artistico anche la statua di Sant Agata nell’omonima piazza.

Ma è soprattutto il panorama di cui si gode da ogni angolo di questo borgo – da cui si vedono le verdi serre e le acque cristalline del mar Jonio – a lasciare a bocca aperta. Qui spingendosi verso la zona denominata Satriano Marina, a poco meno di 1 km dal mare, in una valle nascosta del fiume Ancinale si trovano i resti della Torre Ravaschiera risalente al XVI secolo, l’unico Mastio difensivo del comprensorio di Soverato ancora esistente. L’edificio era in collegamento visivo con altre due torri nel 1500, periodo in cui venne costruito. Accanto ai resti della torre sono chiaramente visibili quelli di un antico frantoio. Un interessante esempio di archeologia industriale tipicamente mediterranea.

Satriano tutto l’anno

Grazie alla sua estensione territoriale che va dalla splendida marina alla montagna (con la vetta più alta, quella del Monte Fiorino a 1000 metri slm) Satriano è un borgo da vivere tutto l’anno.

La suggestione della storia e quella degli scenari naturalistici sono, oggi, le maggiori risorse di questo borgo. I boschi sono ricchi di castagneti mentre in collina gli olivi incorniciano il panorama del centro storico

Tante le esperienze da fare per riscoprirne il fascino, anche attraverso le tipiche manifestazioni a carattere religioso, che si svolgono da secoli nonostante le interruzioni dovute a guerre e calamità naturali. Tra queste segnaliamo “A Cumprunta”, che si svolge durante la Settimana Santa e le solenni celebrazioni in onore di San Cosma e Damiano del 26 e 27 settembre.

Gli amanti di hiking e passeggiate nella natura troveranno inoltre molto interessante percorrere la fiumara Ancinale in primavera. Lungo il percorso del fiume che collega la marina di Satriano fino a Serra San Bruno, infatti si trova un’importante stazione della felce Osmunda regalis.

D’estate la vicinanza con la movida di Soverato vivacizza il paese e la zona marina che diventa teatro di numerosi eventi.

Naviga la mappa e scopri il nostro territorio

Badolato Badolato

Badolato, un suggestivo borgo dove la vita scorre lenta e le giornate sono fatte di piccoli gesti e grandi emozioni.

scopri di più
Monasterace Monasterace

In Calabria, diviso tra il mare e la collina, tra il blu intenso e le valli boscose, tra le origini magno-greche e quelle medievali, sorge Monasterace.

SCOPRI DI PIÙ
Santa Caterina dello Ionio Santa Caterina <br>dello Ionio

Santa Caterina dello Ionio, un prezioso scrigno che custodisce, tra la terra e l’acqua, inestimabili tesori del passato.

SCOPRI DI PIÙ
Guardavalle Guardavalle

Immerso nella natura e nella tradizione calabrese

scopri di più
San Floro San Floro

San Floro, un borgo di indole ospitale lungo la suggestiva Costa degli aranci dove ritrovare se stessi e il valore del tempo.

SCOPRI DI PIÙ
Stilo Stilo

Stilo, un antico borgo medievale che conserva intatti gli influssi di un passato ricco di arte e cultura

SCOPRI DI PIÙ
Sant'Andrea Apostolo Dello Ionio Sant'Andrea Apostolo dello Ionio

Lungo il versante ionico calabrese, tra il blu dello ionio e il verde della campagna, sorge un borgo dall’ospitalità calorosa, cibi genuini, tradizioni antiche e una cultura senza tempo

SCOPRI DI PIÙ
Soverato Soverato

Soverato, un borgo dal sapore di mare e il profumo di Magna Graecia, cinto da acque leggendarie e dolci colline tutte da esplorare

Scopri di più
Borgia Borgia

Lasciati incantare dalle maestose rovine dell’antica Scolacium in un paesaggio circondato da dolci uliveti affacciato su spiagge incontaminate

Scopri di più
Torre di Ruggiero Torre di Ruggiero

Un viaggio nel suggestivo borgo di Torre di Ruggiero per ritrovare la pace dei sensi immersi nella natura della Calabria autentica.

Scopri di più
Satriano Satriano

Satriano, la destinazione per chi ama passeggiate incantate tra boschi di roverella e misteriosi eremi, bagni di sole accecati dal bagliore delle acque blu dello Jonio e le sue spiagge bianche.

Scopri di più
Montepaone Montepaone

Lunghe spiagge dorate circondate dalla macchia Mediterranea e bagnate da acque cristalline, sovrastate da un borgo storico ricco di vita e antiche tradizioni.

Scopri di più
Top