Cosa fare in inverno in Calabria: ricette, prodotti tipici, musei e cultura
  • Italiano
  • English
inverno calabria ionica vacanza

Inverno

Millenni di cultura custoditi in musei e siti archeologici da visitare, tradizioni e celebrazioni autentiche da non perdere, in una terra di mare che si fa amare anche nella stagione più fredda dell’anno

L’inverno è forse la stagione più breve di tutto l’arco solare in questa zona di Calabria che comprende i paesi di Stilo, Monasterace, Guardavalle, Badolato, Santa Caterina dello Ionio, Sant’Andrea Apostolo dello Ionio e, poco più a nord, San Floro. Tutti affacciati sul versante ionico di questa splendida regione; tutti, eccetto San Floro, hanno uno sbocco sul Mar Ionio che non può non far pensare a questa destinazione come ad un luogo perfetto per una vacanza al mare. Noi e la nostra terra sappiamo stupire e se verrai a trovarci in inverno potrai toccare con mano quanto è straordinariamente semplice vivere un periodo di digital detox a due passi dal mare ma immersi nel cuore di una natura forte e spesso incontaminata come quella che dalle colline dei nostri borghi porta direttamente alle montagne del Parco Naturale Regionale delle Serre Calabresi. La spiaggia la guarderai con occhio distaccato, anche se il mare d’inverno per molti ha un fascino unico, perché scoprirai che nella Riviera e Borghi degli Angeli ci sono tante cose da fare anche in questa insolita stagione.

Pacchetti e Tour

Cosa fare in Calabria in Inverno

Se le attività marine in questa stagione sono completamente off, altrettanto non si può dire dell’offerta esperienziale e culturale che la nostra destinazione ha da offrire al visitatore che vuole staccare dalla sua routine quotidiana. La nostra natura è rigogliosa e invita ogni persona a riscoprire il suo animo da esploratore, anche se nei mesi invernali è meglio approcciarla con prudenza facendosi accompagnare sempre nelle escursioni da guide esperte. L’inverno è la stagione perfetta per tuffarsi nella cultura di questa terra! Non farti scappare il Museo Archeologico di Monasterace dove è custodito il celeberrimo mosaico del Drago di Kaulon. A pochi Chilometri da qui altrettanto imperdibile è una visita al borgo di Stilo, dove visitare la casa natale del filosofo Tommaso Campanella e il Castello così come le tante chiese storiche; ma soprattutto la splendida Cattolica di Stilo, incredibile testimonianza del passato bizantino di queste terre. Più a nord, entrando nella provincia di Catanzaro, da vedere al chiuso c’è sicuramente il Museo Archeologico dell’Antica Scolacium a Squillace e il Convento Francescano di Santa Maria degli Angeli in quel di Badolato. Last but not least, non perdere assolutamente una visita alla cooperativa Il Nido di Seta nel piccolo comune di San Floro, qui oltre a scoprire come viene lavorato in maniera tradizionale uno dei tessuti più pregiati potrete visitare il Museo della Seta allestito all’interno del Castello Caracciolo. Insomma, anche d’inverno sono tantissime le cose da fare durante una vacanza, un po’ insolita, in Calabria. Provare per credere.

Cosa mangiare in questa stagione

La stagione fredda nei nostri paesi viene vissuta in comunità. Le famiglie si ritrovano nei catoj o nelle proprie case per trascorrere tanto tempo insieme ed è in questo periodo che la maggior parte delle leccornie che rendono famosa la cucina calabrese nel mondo vengono prodotte. Parliamo soprattutto della lavorazione della carne di maiale dalla quale nascono prodotti d’eccellenza, giusto per citarne alcuni: il Capocollo di Calabria DOP, la Pancetta di Calabria DOP, la Salsiccia e la Soppressata DOP. Tutto ottimo, da gustare come antipasti accompagnati da formaggi pecorini locali e dall’ottimo vino che viene prodotto nei mesi autunnali e conservato nei tradizionali catoj. Per i più fortunati sarà possibile anche assaggiare altri “derivati” della carne di maiale come le frittole: tutta la carne che non finisce in insaccati e salumi, viene bollita in un grande calderone per molte ore nel suo stesso grasso fino a diventare estremamente tenera e saporita. Si tratta di un piatto per persone che amano i sapori forti. Ogni volta che si preparano le frittole, in ogni famiglia è una festa e se ti capiterà di partecipare ad un momento così non lo dimenticherai più. In alternativa, rivolgiti ai nostri agriturismi e ristoranti perché in inverno potrai trovare un’ampia gamma di sapori tra qui quelli appena raccontati. Insieme al maiale, in inverno è immancabile assaggiare la pasta fresca: i maccheroni fatti con il ferretto su tutti. Tradizionalmente serviti con un condimento a base di carne di capra, si prestano a numerose e gustose varianti.

Dove dormire

Dove mangiare

Servizi turistici

Eventi e tradizioni da non perdere

Nella stagione invernale gli eventi più importanti da vedere e vivere in zona sono legati alla festività del Natale. Dimentica però i classici e commerciali mercatini natalizi che puoi trovare nelle località di tutta Europa e immergiti in una destinazione autentica dove tradizioni e folklore sono un tutt’uno con la vita quotidiana delle persone. Ed ecco che le succulente preparazioni familiari di carne di maiale (vedi sopra) che sfociano in momenti di condivisione e comunità come a Santa Caterina dello Ionio dove le feste natalizie vengono “aperte” dalla “Sagra del Cotto” che si tiene a fine novembre per festeggiare la Santa patrona del paese. Pochi giorni dopo, ad inizio dicembre, a Monasterace si celebra San Nicola. Durante la festa dedicata al santo più amato nei paesi dell’Europa orientale (un chiaro segno del legame storico tra la calabria ionica e le sue origini bizantine) si prepara la cosiddetta “paniceda”, un tradizionale tipo di panino che viene consumato solo nei giorni dedicati al santo. Sempre in questo paese a febbraio si celebra la Candelora.

Top